Condizioni generali di vendita

Salvo quanto diversamente pattuito per iscritto tra le Parti, le presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito le “Condizioni Generali”) unitamente alle condizioni speciali previste nella conferma d’ordine disciplinano tutte le vendite di prodotti tra CIT (di seguito la “Venditrice”) e qualsiasi acquirente (di seguito il “Cliente”) e, salvo specifici accordi di deroga in forma scritta, prevalgono su ogni altra eventuale clausola difforme inserita su modelli o su altri documenti utilizzati dalla Venditrice e/o dai Clienti (di seguito congiuntamente le “Parti”).
Il conferimento dell‘ordine da parte del Cliente comporta accettazione integrale delle presenti condizioni generali di fornitura e rinuncia alle proprie condizioni generali di acquisto considerate nel loro complesso singolarmente. Le forniture comprendono solo quanto espressamente specificato nella Conferma d'Accettazione d’Ordine della ditta CIT.


1 PRODOTTI

  1. La venditrice vende prodotti che per loro natura non possono essere considerati prodotti finiti ne tanto meno aventi caratteristiche di pericolosità intrinseca per gli utilizzatori, in quanto destinati necessariamente a far parte di un ciclo produttivo del Cliente dal quale solo potrà originare il prodotto finito. In considerazione di ciò sono logicamente e giuridicamente e pattiziamente escluse dall’ambito di operatività la norme di cui alla Direttiva 93/13/CEE del Consiglio d’Europa entrata in vigore in Italia con Legge 6.2.1996 n.52 (art. 25) ed alla Direttiva Comunitaria 25.7.85 n.374 attuata in Italia con DPR 24. 5.1988 n.224.
  2. Il Cliente — accettando tali condizioni generali di vendita - riconosce quanto sopra dedotto.
  3. Le condizioni generali riguardano i prodotti, dove con tale denominazione si intendono tutti gli articoli offerti correntemente ed in futuro dalla venditrice e descritti in cataloghi, disegni, schede tecniche o depliant. La venditrice si riserva la facoltà di operare modifiche, estensioni o variazioni alla produzione di uno o più prodotti in ogni momento, senza alcun obbligo di preavviso o comunicazione.
  4. L’invio dei cataloghi o dei listini non costituisce offerta formale da parte della Venditrice, che rimane libera di modificare gli stessi in ogni momento e senza obbligo di preavviso.


2 ORDINI E CONFERMA

  1. Ciascun ordine del Cliente (di seguito l’ “Ordine”), da inviarsi alla Venditrice per iscritto, si intende fermo e vincolante per il Cliente sino alla relativa conferma da parte della Venditrice e comunque Si considerano inviati per iscritto dal Cliente gli Ordini ricevuti dalla Venditrice tramite email, fax.
  2. Gli Ordini si intendono accettati dalla Venditrice al ricevimento da parte del Cliente della conferma d’ordine rilasciata dalla Venditrice (di seguito la “Conferma d’Ordine”). Tale conferma riporta i codici dei prodotti ordinati, i prezzi, i termini di consegna, le condizioni di pagamento e/o eventuali altre indicazioni utili alla definizione del contratto.
  3. Qualora la Conferma d’Ordine contenga modifiche rispetto all’Ordine, le modifiche si considerano tacitamente accettate trascorsi tre giorni lavorativi dal ricevimento della Conferma d’Ordine senza che il Cliente abbia manifestato il proprio dissenso per iscritto.
  4. In qualunque momento l’esecuzione della fornitura potra essere sospesa in caso di mutamento delle condizioni patrimoniali del cliente ai sensi ed agli effetti dell'art. 1461 del Codice Civile.
  5. Non saranno accettati annullamenti/modifiche anche parziali ad ordini relativi a materiali espressamente costruiti su richiesta.


3 PREZZI E MODALITA’ DI PAGAMENTO

  1. I prezzi sono da intendere secondo le modalità espressamente specificate nella conferma; essi non comprendono prestazioni od oneri non menzionati ed in particolare le imposte in vigore nel luogo di destinazione.
  2. Il pagamento della fornitura viene effettuato, nella forma e nel tempo espressamente specificata nella Conferma d’Ordine, al domicilio della CIT restando sempre a rischio del Cliente la trasmissione delle somme, qualunque sia il mezzo prescelto.


4 RITARDO DI PAGAMENTO E RECESSO

  1. Qualsiasi importo non ricevuto decorsi 10 giorni alla scadenza indicata in lettura, produrrà dallo spirare del termine interessi di mora (qualificati ai sensi dell’art. 5 Lgs. N. 231/2002) a favore della Venditrice al tasso interbancario annuo in vigore nel paese del Cliente maggiorato di 3 (tre) punti percentuali, senza che sia necessaria alcuna costituzione in mora e senza che per questo il Cliente possa ritenersi in facoltà di differire i pagamenti.
  2. In ogni caso nelle vendite con pagamento dilazionato la Venditrice ha sempre facoltà di richiedere per successive ordinazioni e/o spedizioni il pagamento anticipato. Il mancato pagamento anche di una sola rata, decorsi 10 giorni dalla scadenza, provocherà la decadenza del cliente dal beneficio del termine, con la conseguente immediata scadenza di diritto delle rate successive per la merce già consegnata, anche se concernenti ordinativi diversi, e la risoluzione del contratto per la parte ancora da eseguire, per fatto e colpa del Cliente, fino alla completa risoluzione del contratto ai sensi dell'art. 1456 del C.C. e CONSEGUENTE RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI PER INADEMPIMENTO.
  3. La venditrice potrà invocare gli art. 1460 e 1461 c.c. e annullare la consegna di merce, senza che il Cliente possa avanzare pretesa alcuna:
    1. qualora siano in sospeso pagamenti relativi a precedenti forniture e/o precedenti fatture, i cui termini
      risultino scaduti.
    2. se all'atto della spedizione della merce — a giudizio insindacabile della Venditrice risulti non soddisfacente
      la situazione finanziaria del compratore (esistenza di protesti, pendenza di procedure monitorie, esecutive
      e/o cautelari, azioni legati di qualsiasi natura, informazioni commerciali negative).


5 CONSEGNA

  1. La consegna dei Prodotti viene definita di volta in volta secondo accordi fra le parti, che comprendono non solo le modalità di consegna ma anche la definizione delle responsabilità di spedizione e dei costi d’assicurazione per danni da trasporto.
  2. Al fine dell'accertamento del rispetto dei termini di consegna e del trasferimento del rischio per danneggiamento o perdita totale o parziale della merce dal Venditore al Cliente, la consegna, ai termini dell’articolo 1510 Codice Civile si intende regolamentata secondo quanto previsto da Incoterms in vigore che forniscono le regole e gli standard utilizzati nelle compravendite internazionali. Avvenuta la consegna, tutti i rischi sui materiali si trasferiscono al Cliente.
  3. Deve sempre essere firmata la lettera di vettura del corriere con la dicitura: "RISERVA DI CONTROLLO". 
  4. Il Cliente ha l'obbligo di verificare al momento della consegna da parte del vettore lo stato esterno, l’esattezza dei colli e relativo peso lordo (nonché l’integrità dei colli e relative merci e del nastro adesivo sigillante gli stessi) in conformità alla bolla di consegna. Nel caso di danno VISIBILE del materiale durante il trasporto, é opportuno indicare subito il tipo di danneggiamento, eventuali discordanze riscontrate o rotture della merce, e per evitare spiacevoli contestazioni deve apporre tassativamente sul borderò del vettore riserva scritta. 
  5. Il Cliente deve comunicare per iscritto presso l'unita produttiva eventuali reclami e/o contestazioni riguardanti i materiali forniti entro 48 ore dalla data del ricevimento del materiali stessi. Anche qualora la merce sia imballata al momento della consegna, rimane a carico del cliente l’onere di controllare i materiali ricevuti e comunicare alla Venditrice entro i limiti stabiliti di cui sopra per iscritto le contestazioni.


6 QUALITÀ DELLA MERCE E RESI

  1. Tutti i prodotti della Venditrice sono soggetti a piani di controlli di qualità lungo l’intero percorso di fabbricazione in accordo alle procedure interne; l’eventuale richiesta di attestati di conformità e/o certificati di collaudo a fronte della fornitura deve essere espressamente e preventivamente indicata nell’ordine.
  2. Eventuali tolleranze e/o variazioni del prodotto possono derivare dalla natura dello stesso e vengono riconosciute dalle pratiche industriali in uso nel settore, senza alcun riconoscimento di responsabilità in capo alla società venditrice.
  3. Poiché il Cliente ha l’obbligo di controllare la qualità della merce al momento della consegna, messa in lavorazione o la prosecuzione della lavorazione di quanto venduto è da intendersi ad esclusivo rischio e pericolo del Cliente.
  4. La responsabilità della venditrice si intende comunque limitata al quantitativo di merce ritenuto difettoso od al suo prezzo.
  5. La venditrice ove riconosca la Sua impossibilità sarà facoltizzata a sostituire la partita di merce fornita ovvero a rimborsare il relativo prezzo, escluso ogni altro indennizzo per danni diretti o indiretti subiti dal Cliente.
  6. In ogni caso non saranno proponibili reclami decorsi 3 (tre mesi) dalla consegna della merce ed il Cliente non potrà proporre reclami ove non abbia pagato il corrispettivo della vendita.
  7. Eventuali reclami verranno esaminati solo se notificati per iscritto e riportanti l’identificazione del numero rotolo o lotto; dovranno essere accompagnati da un campione significativo ed identificabile del prodotto difettoso.


7 RESPONSABILITA’ PER VIZI E/O DIFETTI DEL PRODOTTO

Premesso che l’applicazione e l’utilizzo dei prodotti della parte Venditrice è soggetta a numerose variabili (destinazione del
prodotto, compatibilità con l’impianto/macchina di destinazione, condizioni di custodia e deposito da parte del cliente, ecc.)
che sono estranee alla Venditrice e sulle quali essa non ha alcun potere di intervento, la Venditrice non si ritiene responsabile
illimitatamente di eventuali vizi o difetti dei prodotti venduti.
In particolare:

  1. la Venditrice non si assume responsabilità in merito all’ultima destinazione del prodotto, per il quale il cliente agisce e sceglie in piena autonomia e consapevolezza ovvero la venditrice non è responsabile dell’idoneità o meno del prodotto rispetto alle “condizioni di esercizio”, per le quali il cliente è unico responsabile;
  2. la Venditrice non è responsabile per eventuali vizi e/o difetti del prodotto conseguenti a deterioramento anomalo, negligenza nella custodia da parte del cliente, errate operazioni di applicazione e/o installazione, sostituzioni e/o manutenzioni eseguite da terzi, per cause chimiche, meccaniche e/o elettriche estranee al prodotto così come venduto.


8 PROPRIETA’ INDUSTRIALE

La Venditrice garantisce che i prodotti forniti non vìolano alcun diritto di proprietà industriale di terzi e sono liberi da pegni, ipoteche o vincoli di qualsiasi natura.
Il Cliente si impegna a mantenere strettamente confidenziali eventuali informazioni o documentazione riservate relative ai prodotti della Venditrice.
Il cliente si impegna a mantenere assolutamente riservata ogni informazioni tecnica e commerciale ed ogni altro dato di cui venisse a conoscenza nel corso del rapporto contrattuale, fatti salvi i diritti della società venditrice al risarcimento dei danni in caso di violazione da parte del cliente; allo stesso modo sono oggetto di uguale riservatezza tutti i documenti tecnici o commerciali, i disegni, i progetti che la venditrice dovesse scambiare con il cliente nell’esecuzione del contratto.
Nel caso in cui qualsiasi informazione e/o dato tecnico o commerciale riferito dal cliente risultasse in violazione del diritto di proprietà industriale o del know-how o di marchi e/o brevetti di terzi, la venditrice non si ritiene in alcun modo responsabile per tali violazioni e nel caso in cui la società venditrice risulti coinvolta in denunce e/o azioni giudiziarie da parte di terzi per violazioni di marchi, brevetti, know-how o altri segreti industriali conseguenti ad informazioni e/o documenti ricevuti dal cliente, quest’ultimo si impegna a mantenere indenne e manlevare la venditrice da ogni richiesta economica di risarcimento e da ogni costo diretto e/o indiretto.
Qualsiasi notizia tecnica trasmessa dalla venditrice o dai suoi incaricati riguardante la merce ed il suo comportamento in fase di utilizzo ha carattere puramente indicativo. Eventuali riscontri di variazione verificatisi in corso di lavorazione ad opera del Cliente non potranno essere fatti valere e per nessun effetto dal Cliente.


9 NORME REGOLATRICI

Il presente contratto di vendita è regolato dalle condizioni generali qui elencate e per quanto non espressamente stabilito dalle norme sulla vendita contenute nel Codice Civile (art. 1470 e ss. c.c.).


10 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI D.Lgs. 196/2003

Il cliente autorizza la Venditrice al trattamento, alla comunicazione e diffusione dei dati personali per tutte le esigenze / adempimenti contrattuali - legali, nonché per consentire una più efficace gestione dei rapporti contrattuali - commerciali compresi gli aggiornamenti tecnico pubblicitari. I dati potranno essere trattati in forma scritta, supporti cartacei, magnetici, elettronici o telematici.


11 CONTROVERSIE

Per qualsiasi eventuale controversia circa l’interpretazione e/o l’esecuzione del contratto di vendita, le parti convengono la giurisdizione dell’Autorità Giudiziaria Italiana e la competenza stabilita dalle norme del codice di procedura civile. 
Il presente contratto di vendita, anche se stipulato da cittadini esteri o per materiali forniti all’estero, è altresì regolato esclusivamente dalla Legge Italiana. In caso di difformità interpretative fa fede la versione italiana delle presenti condizioni generali.

 
 

COMPOSITE MATERIALS (ITALY) S.R.L.
Via Quasimodo, 33 – 20025 Legnano (MI), Italy
Codice Fiscale : 08844870967 – Partita IVA : 08844870967